IN BARCA

Tutti gli itinerari

“Archeostorie naviganti”

Salpa da Altinum seguendo le rotte lagunari dei Romani tra “visioni” digitali della città, storie di uomini e di antichi paesaggi in equilibrio tra terra e acqua.

Sono passati più di duemila anni da quando Altino era una fiorente città romana.

Gli antichi dicono che sorse tra “salubri paludi” e che di acque qui ce n’erano in abbondanza!

Pare che la città fosse attraversata e circondata da canali navigabili, usati anche come vie commerciali, e che addirittura i campi fossero coltivati per mezzo di piccole imbarcazioni… che immagine bizzarra! Si dice anche che la città avesse un grande porto affacciato alla laguna e che quest’ultima fosse un ambiente molto vivace, abitato, produttivo e attraversato da imbarcazioni cariche di merci destinate alle rotte Adriatiche.

Chissà come si presentava Altino un tempo, come si viveva in città e nell’antica laguna, di cosa si occupavano i suoi abitanti e quali espedienti mettessero in atto per regolamentare le acque… cogli l’occasione per scoprire la storia del tuo territorio unendoti agli archeologi che intraprenderanno questo straordinario viaggio a ritroso nel tempo!

Info tecniche: Il tour si svolgerà sabato 5 giugno, con partenza alle 14.30 e rientro alle 19.30. Il ritrovo è al Museo Archeologico di Altino, via Sant’Eliodoro 56 (Quarto D’altino). Il costo di 20 euro adulti/10 euro bambini (max 12 anni) comprende una visita esperienziale al museo e alle aree archeologiche di Altino a cura di Trame di Storia, l’utilizzo della WebApp CArD3D, l’escursione in barca da Altino a Torcello con Laguna Fla, racconti lagunari a cura di D. Calaon e aperitivo in laguna alla Taverna Tipica Veneziana.

Nel rispetto delle misure previste per il contenimento del Covid-19, la prenotazione è obbligatoria e può avvenire cliccando sul pulsante sottostante o rivolgendosi all’Infopoint di San Donà di Piave -Piazza Indipendenza-.

Prenota il Tour “Archeostorie naviganti”

“Barchevolute nei canali di bonifica”

Pronti, partenza, si salpa! Un’esperienza imperdibile a bordo di una piccola barca elettrica per sperimentare la navigazione fluviale e scoprire il mondo della bonifica.

Nelle terre alle spalle di Eraclea e Caorle, si innerva una fitta rete di canali e corsi d’acqua su cui si impostano impianti idrovori e manufatti di rilevante valore storico e funzionale.

A bordo di piccole imbarcazioni elettriche della startup “I love Piave” si risaliranno le acque del Revedoli, fino a raggiungere l’imponente manufatto idraulico alle porte del Brian, noto anche come ponte-sostegno. L’opera idraulica risale al 1932 e andò a sostituire il vecchio manufatto  costruito a fine Ottocento “perché i più bassi terreni fra Piave e Livenza migliorassero per coltura ed igiene escludendone le acque marine” come recita la lapide posta a ricordo.

Un’occasione davvero unica per conoscere la storia di questi luoghi e osservare le opere di bonifica da una prospettiva del tutto inusuale!

Ritornati con i piedi per terra… sarete accompagnati da Michele Conte in una visita all’azienda agricola “La Fagiana”. Una narrazione appassionata fatta anche di dettagli storici, alla scoperta della filiera del riso parlando di biodiversità agricola sostenibile. La sosta all’azienda vi consentirà inoltre di apprezzare un paesaggio trasformato dalla bonifica: dove un tempo esistevano estese aree paludose, oggi l’uomo coltiva il riso. Avrete l’occasione di visitare le risaie, di farvi incuriosire dalle peculiarità di queste coltivazioni e di lasciarvi affascinare di fronte ai meravigliosi paesaggi che restituiscono.

Potrete inoltre degustare e acquistare alcuni di questi prodotti, vere e proprie eccellenze del territorio.

A pochi chilometri di distanza merita assolutamente una visita (gratuita) l’idrovora del Termine, una delle più importanti del Basso Piave, aperta al pubblico solo per l’occasione. Ad attendervi ci saranno gli esperti custodi del consorzio di bonifica, che vi spiegheranno il funzionamento dei macchinari e l’importanza che tali impianti rivestono oggi per il territorio.

Lo spostamento verso l’idrovora del Termine dovrà essere effettuato con mezzi propri.

Info tecniche: i tour si svolgeranno nelle giornate di SABATO 5 e DOMENICA 6 giugno, con partenze alle ore 9.00, 10.30, 12.00, 14.30, 16.00, 17.30. Il ritrovo è presso l’azienda “La Fagiana” (Via Fagiana, 13, Torre di Fine -VE-).

La durata complessiva del tour è di 1h, il costo è di €5 per gli adulti, €3 per i bambini dai 2 ai 12 anni. (pagamento in loco allo staff I LOVE PIAVE).

Nel rispetto delle misure previste per il contenimento del Covid-19, la prenotazione è obbligatoria e può avvenire cliccando sul pulsante sottostante o rivolgendosi all’Infopoint di San Donà di Piave -Piazza Indipendenza-.

Prenota il Tour “Barchevolute nei Canali di Bonifica”

Oeh Pope! Al richiamo dei vogatori sul Lemene

Una “passeggiata lungo il Lemene” trasportati dalle caorline per ammirare scorci diversi da quelli a cui siamo abituati.

Un’occasione per scoprire le antiche vie di navigazione interna e le opere di bonifica che garantiscono la sicurezza idraulica del Portogruarese.

Dalla Pescheria di Portogruaro, due caorline partiranno a intervalli regolari di mezz’ora per discendere un tratto del fiume Lemene e risalire il Reghena per osservare da un inusuale punto di vista l’idrovora di San Giusto.

Gli esperti vogatori dell’Associazione “Voga Concordiese” sapranno narrarvi di questo territorio ricco d’acque, acque da navigare, acque da utilizzare e regolare in rapporto alle più svariate esigenze, nel passato come nel presente.

Sempre a forza di remi, risalirete poi controcorrente fino all’attracco della storica Osteria “Alla Barchessa”, qui ci sarà ad aspettarvi l’esperto della Bonifica al quale potrete fare domande sull’importante evoluzione del territorio e vi spiegherà l’utilizzo dell’Idrovora San Giusto.

Nella quiete dello scorrere del fiume, tra una curiosità e l’altra sarà squisito poter degustare i sapori tipici del territorio con degli ottimi cicchetti di mare e di terra accompagnati da un calice di buon vino.

Info tecniche: il tour si svolgerà SABATO 29 MAGGIO, ore 14.30-18.00. Le barche partono ogni mezz’ora. Imbarco all’approdo presso l’Oratorio Madonna della Pescheria a Portogruaro, nei pressi dei mulini di Sant’Andrea e sbarco all’attracco dell’osteria “Alla Barchessa”, il tour in totale ha una durata di 1h, per gli adulti ha un costo di 10€, 3€ per i ragazzi (comprensivo di cicchetto).

Nel rispetto delle misure previste per il contenimento del Covid-19, la prenotazione è obbligatoria e può avvenire cliccando sul pulsante sottostante o rivolgendosi all’Infopoint di San Donà di Piave -Piazza Indipendenza-.

Prenota il Tour “Oeh Pope!”

Sciogliete gli ormeggi, si salpa!

A bordo del Bragozzo, potrete scoprire un territorio che non è né terra né acqua: la laguna di Caorle e l’affascinante isola dei pescatori!

Il bragozzo seguirà la corrente dei canali e del fiume Nicesolo e si lascerà trasportare verso la laguna fra rive coperte da folti canneti e campi di bonifica.

Durante l’escursione vi avvicinerete a tutti gli aspetti ambientali che fanno di quest’area un vero gioiello naturalistico, vi lascerete affascinare dal paesaggio lagunare, dai giochi di luce, dai cieli vastissimi che si riflettono sui canali e sugli specchi d’acqua. Un luogo in cui sembra essere sospesi tra la terra e il cielo.

Avvisterete le Valli, dall’etimo latino “vallum” (argine di terra, specchio d’acqua delimitato all’interno di una laguna) che hanno visto una serie di interventi di bonifica effettuati negli anni antecedenti la prima guerra mondiale.

Un confondersi d’acque dolci e salmastre, di palude e mare, di natura selvaggia: la laguna. È proprio in questo ambiente raro e prezioso, pieno di misteri affascinanti e di leggende, che si sviluppa la storia dei casoni e l’antica cultura del pescatore di laguna.

Nell’isola dei pescatori farete sbarco per entrare in un tipico casone, realizzato in legno e canna palustre, immaginando come si svolgesse la vita in questo ambiente, per certi aspetti difficile ed ostile, ma pur ricco di risorse indispensabili per le famiglie che anticamente vivevano di caccia e pesca. Ad accogliervi un buon “caffè del pescatore”!

Come Ernest Hemingway nel suo romanzo “Di là dal fiume e tra gli alberi”, in un’atmosfera in cui riecheggiano le voci delle anatre selvatiche, dell’airone italico, delle folaghe e delle gru, farete ritorno verso la terra ferma.

Info tecniche: DOMENICA 30 MAGGIO e DOMENICA 6 GIUGNO, il tour si svolgerà con partenza alle ore 9.30 dal pontile parcheggio Palasport, via A. Moro, Caorle.

SABATO 5 GIUGNO il tour si svolgerà con partenza alle ore 15.00 dal pontile parcheggio Palasport, via A. Moro, Caorle.
Il tour ha un costo di €15 comprensivo del ristoro al Casone ed ha una durata di 3h.

Si ringrazia la gentile collaborazione della DELEGAZIONE LEGA NAVALE ITALIANA DI CAORLE.

Nel rispetto delle misure previste per il contenimento del Covid-19, la prenotazione è obbligatoria e può avvenire cliccando sul pulsante sottostante o rivolgendosi all’Infopoint di San Donà di Piave -Piazza Indipendenza-.

Prenota il Tour “Sciogliete gli ormeggi, si salpa!”